imagealt

Dirigente Scolastico

 

Dal giorno 1 settembre 2019 ha assunto l’incarico di Dirigente Scolastico la prof.ssa ZAMPIERI Elena.

 

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

Con il conferimento dell’autonomia alle scuole (Legge 59/1997, D.P.R. 275/1999, Legge costituzionale 3/2001), il personale direttivo preposto agli Istituti scolastici ne diventa Dirigente. 

In quanto titolare dell’Istituzione scolastica, agisce in nome e per conto dello Stato, assumendo la rappresentanza legale dell’istituto cui è preposto. 

Per questo motivo, per il principio di immedesimazione organica, chi contesta un Dirigente non sta contestando una persona fisica, ma lo Stato.

Il D. Lgs. 165/2001, all’art. 25, precisa il ruolo ed i compiti del Dirigente Scolastico:

“Il Dirigente Scolastico assicura la gestione unitaria dell’istituzione, ne ha la legale rappresentanza, è responsabile della gestione delle risorse finanziarie e strumentali e dei risultati del servizio. 

Nel rispetto delle competenze degli organi collegiali scolastici, spettano al Dirigente Scolastico autonomi poteri di direzione, di coordinamento e di valorizzazione delle risorse umane. In particolare, il Dirigente Scolastico organizza l’attività scolastica secondo criteri di efficienza e di efficacia formative ed è titolare delle relazioni sindacali.

Il Dirigente Scolastico promuove gli interventi per assicurare la qualità dei processi formativi e la collaborazione delle risorse culturali, professionali, sociali ed economiche del territorio, per l’esercizio della libertà di insegnamento, intesa anche come libertà di ricerca e innovazione metodologica e didattica, per l’esercizio della libertà di scelta educativa delle famiglie e per l’attuazione del diritto all’apprendimento da parte degli alunni.

Spetta al Dirigente l’adozione dei provvedimenti di gestione delle risorse e del personale.

Nello svolgimento delle proprie funzioni organizzative e amministrative il Dirigente può avvalersi di docenti da lui individuati, ai quali possono essere delegati specifici compiti, ed è coadiuvato dal responsabile amministrativo, che sovrintende, con autonomia operativa, nell’ambito delle direttive di massima impartite e degli obiettivi assegnati, ai servizi amministrativi ed ai servizi generali dell’istituzione scolastica, coordinando il relativo personale”.

Il D. Lgs. 150/2009, poi, ha affidato al Dirigente Scolastico in via esclusiva le determinazioni per l’organizzazione degli uffici (direzione, coordinamento e controllo); le misure inerenti alla gestione dei rapporti di lavoro (criteri e modalità di utilizzo del personale in ordine ad assegnazione alle sezioni staccate e ai plessi e all’organizzazione dell’orario di servizio); la cura dell’attuazione dei progetti e delle gestioni ad essi assegnati dai dirigenti degli uffici dirigenziali generali, adottando i relativi atti e provvedimenti amministrativi e provvedendo alla gestione del personale e delle risorse finanziarie e strumentali assegnate ai propri uffici; la valutazione del personale assegnato ai propri uffici. 

Ha infine modificato il procedimento disciplinare e accresciuto i poteri sanzionatori spettanti al Dirigente.

La Legge n. 107 all’art. 1 comma 78 nel 2015 ha precisato ulteriormente le competenze del Dirigente Scolastico “Il Dirigente Scolastico, nel rispetto delle competenze degli organi collegiali, fermi restando i livelli unitari e nazionali di fruizione del diritto allo studio, garantisce un’efficace ed efficiente gestione delle risorse umane, finanziarie, tecnologiche e materiali, nonché gli elementi comuni del sistema scolastico pubblico, assicurandone il buon andamento. A tale scopo, svolge compiti di direzione, gestione, organizzazione e coordinamento ed è responsabile della gestione delle risorse finanziarie e strumentali e dei risultati del servizio nonché della valorizzazione delle risorse umane”.

Al comma 14, infine, ha assegnato al Dirigente Scolastico l’iniziativa della preliminare formulazione degli indirizzi per le attività della scuola e delle scelte di gestione e di amministrazione, sulla base dei quali il Collegio dei docenti è chiamato all’elaborazione del Piano Triennale dell’Offerta Formativa.

Attualmente la Dirigente Scolastica pro tempore dell’Istituto Comprensivo “F. e P. Cordenons” di Santa Maria di Sala è la prof.ssa Elena Zampieri.

Allegati
DS Prof.ssa Elena Zampieri - Curriculum Vitae.pdf